Quando si lavora con le altezze, e quindi con le Piattaforme Aeree, la prudenza non è mai troppa. Quanti casi abbiamo sentito di operai che sono caduti dal “cesto“, perché si è sganciato parzialmente e non si erano assicurati con i “dispositivi di protezione“?

Le PLE (Piattaforme di Lavoro Mobili Elevabili) meglio conosciute come Piattaforme Aeree, possono diventare molto pericolose , vediamo insieme una serie di errori da evitare come la peste.

  • Sbarcare in quota. Sebbene sia un argomento piuttosto dibattuto, sono molti i fabbricanti di PLE che lo vietano espressamente, eccetto particolarissime occasioni, in quanto sono fabbricate prevedendo lo sbarco solo al suolo o su telaio.
  • Usare la piattaforma per sollevare carichi. Non smetteremo mai di specificarlo: le piattaforme sono fatte per le persone non per i carichi. Assicurarsi sempre di non superare mai la portata, sopratutto se usate l’estensione del piano.
  • Non avere stabilito procedure per il recupero di emergenza. A terra c’è personale addestrato per le manovre di emergenza? Le manovre a mano, non con i comandi a terra. Chi vi tira già se tutto si blocca o se vi sentite male?
  • Non avere a disposizione scorte d’acqua. Questo vale, soprattutto d’estate; lavorare sotto il sole provoca disidratazione. In caso di malore chi vi tirerebbe giù?!
  • Usare la PLE, all’esterno, con pioggia o con vento. Usare le PLE in condizioni atmosferiche avverse potrebbe essere letale, leggete i limiti nel manuale della vostra PLE.
  • Non avere DPI o non avere i DPI idonei. Quando siete nella “cesta” dovete indossare i dispositivi (DPI) anti-caduta idonei e proporzionati al vostro peso.
  • Valutare il tipo di terreno su cui usare gli stabilizzatori e come meglio posizionarli. Ad esempio su terreni morbidi usare dei piedi larghi; oppure mentre si lavora in prossimità di marciapiedi, valutare se lo stabilizzatore farà presa su tubazioni fognarie che potrebbero cedere.
  • Non calcolare la risposta del terreno, sia in fase iniziale che durante tutto il percorso della PLE, nel caso di piattaforma senza stabilizzatori.
  • Non essere ad adeguata distanza rispetto a linee elettriche aeree. Più è alta la tensione, maggiore deve essere la distanza. Ricordiamoci sempre dell’oscillazione dei cavi e della “cesta”.
  • Non scegliere la PLE adeguata. Se devi arrivare a 12 metri, prendi una PLE da 15. Non lavorare sempre al limite operativo di un’attrezzatura. La tua vita vale di più del risparmio su un noleggio.

Se ci sono dubbi su altre procedure, il buon senso può sempre esserti d’aiuto, ma puoi sempre chiederci consigli.

Fidatevi di DP Noleggi, che saprà consigliarvi la piattaforma più adatta e sicura in base al lavoro che dovete svolgere.

Contattaci per un preventivo gratuito.

Share This
WhatsApp chat

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.dpnoleggi.it/home/wp-content/plugins/wp-fastest-cache/inc/cache.php:386) in /web/htdocs/www.dpnoleggi.it/home/wp-content/plugins/motopress-hotel-booking-lite/includes/libraries/wp-session-manager/class-wp-session.php on line 127